Annunci di Lavoro

L'Arazzo

Gli Arazzi

Dal punto di vista tecnico l'arazzo è un tessuto realizzato a telaio per rivestire le pareti, in cui l'ordito è del tutto coperto dalla trama, ma in via più generale la si definisce una forma di arte tessile. Esso prende il nome da Arras, città francese ritenuta in epoca medioevale il fulcro della produzione di eccellenti arazzi.

Siamo soliti osservarne di eccellenti nelle pareti di antichi palazzi o castelli dove l'arazzo rappresentava uno dei principali elementi decorativi, fortemente voluti da nobili insieme agli affreschi con la differenza che, al contrario di quest'ultimo, l'arazzo poteva essere facilmente trasportabile da una residenza all'altra.

La lavorazione dell'arazzo è eseguibile attraverso due telai diversi ossia quello orizzontale (a basso liccio) e quello verticale (ad alto liccio): nel primo il cartone, o disegno preparatorio, è posizionato sotto l'ordito per cui l'arazziere deve lavorare in controparte mentre nel telaio verticale l'esecutore sta dietro al telaio e la lavorazione avviene dal basso in alto e da sinistra a destra.

A seconda del materiale scelto per l'ordito e della consistenza dei suoi fili, il tessuto dell'arazzo presenta una consistenza differente: una delle tante particolarità può essere, per esempio, il cosiddetto stacco vale a dire l'apertura che si forma quando nel tessuto sono accostate, verticalmente e direttamente, due zone di colore diverso.

La tecnica dell'arazzo è stato oggetto, nel corso del tempo, di continui perfezionamenti che l'hanno resa un vero e proprio lavoro di squadra in cui prendono parte più persone specializzate.

Dove